Nutri il sapere

FORMAGGIO DI FOSSA DI SOGLIANO

25.11.2016

FORMAGGIO DI FOSSA DI SOGLIANO

Sapore italiano che si rinnova da oltre 500 anni!

Fine novembre non annuncia solo l’imminente arrivo del freddo inverno ma porta con sé anche ottime notizie di tradizioni e sapori!

Oggi parleremo di un prodotto DOP dal gusto unico: il “Formaggio di Fossa di Sogliano”. Un Formaggio a pasta semidura dallodore intenso e fortemente aromatizzato.

 Una Bontà prodotta tra Marche ed Emilia Romagna; nelle province di Pesaro-Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli, Forlì-Cesena, Rimini, Ravenna e parte della provincia di Bologna.

La particolarità di questo alimento, realizzato con latte vaccino, pecorino o miscelando entrambi, è data dalla sua stagionatura all’interno di fosse di roccia arenaria profonde 3 metri e rivestite da uno strato in paglia ed erbe.

Dopo circa tre mesi, a Sogliano la tradizione vuole il 25 novembre, giorno della festa di Santa Caterina, le fosse vengono aperte e i formaggi, dal colore variabile dal bianco avorio al giallo ambrato, riportati alla luce per essere finalmente assaporati!

Ovviamente quelli prodotti esclusivamente con latte vaccino hanno un gusto delicato, quelli misti sono più equilibrati e saporiti, mentre i pecorini sono più aromatici e piccanti.

Antiche tradizioni

La pratica di conservare generi alimentari sotto il terreno o sotto i pavimenti delle abitazioni ha origini molto antiche, ma è dato certo che l’utilizzo delle fosse per stagionare il formaggio di Sogliano risale alla fine del ‘400, quando le terre di produzione di questa eccellenza erano dominate dai nobili Malatesta.

Storia e leggenda

Probabilmente un tempo le fosse servivano anche a nascondere il cibo dalle popolazioni nemiche. A tal proposito una nota leggenda attribuisce il merito della nascita di questo formaggio agli abitanti del paese di Sogliano i quali, saputo dell'arrivo di un esercito di soldati nemici, nascosero prontamente il prezioso alimento in alcune fosse perché non venisse rubato.

Tre mesi più tardi, scampato il pericolo, le riaprirono e assaggiando il formaggio constatarono con gioia e stupore che… era diventato più buono!

E ora andiamo a far festa!!

Tra fine novembre e inizio dicembre tutti alla Sagra del formaggio di Fossa di Sogliano al Rubicone!! Pronti a grattuggiarlo su passatelli, tortelloni, minestroni…

Alla scoperta della storia di un gusto genuino!